Arredare una vetrina di un negozio: 10 consigli
Arredare una vetrina di un negozio: 10 consigli

La vetrina di un negozio è il primo punto di incontro con un potenziale cliente. Per riuscire ad agganciare la sua attenzione, è bene seguire una serie di regole. Ecco 10 consigli per farlo nel migliore dei modi.

Avere degli ottimi prodotti e fornire un servizio clienti di qualità sono la base per far tornare sempre più clienti nel proprio negozio. Una vetrina arredata con stile e seguendo alcune regole base è un biglietto da visita perfetto per chi vuole catturare l’attenzione dei passanti.

Grazie a questi 10 consigli, che sono stati redatti grazie all’esperienza di Vetrinistica (un’azienda specializzata nel settore dell’arredo per negozi e in manichini), ogni negoziante ha la possibilità di migliorare la propria vetrina e attirare più clienti all’interno del negozio.

1. Essere consapevoli degli interessi del pubblico

Prima di iniziare a posare oggetti e prodotti nella propria vetrina, è bene prendersi del tempo per riflettere su quali sono gli interessi del proprio pubblico di riferimento.

  • Chi si vuole attirare?
  • Quale tipologia di persona può portare i maggiori vantaggi alla propria azienda?
  • Quali sono i prodotti più richiesti?

Rispondendo a queste domande, si potrà riuscire a focalizzare la propria vetrina nel migliore dei modi per attirare le persone più idonee a fare acquisti. Rendere la vetrina più “simile” ai gusti del proprio pubblico, è una mossa che permette di ottenere più vendite e di ridurre il numero di persone che entrano in negozio senza acquistare niente.

2. Posizionare gli elementi chiave ad altezza occhi

Oltre a considerare il target di riferimento per i propri prodotti, è bene pensare anche alla loro posizione all’interno della vetrina. Più un prodotto è vicino all’altezza degli occhi, più ci sono possibilità che quel prodotto attiri l’attenzione di una persona che lo vede.

Quando si pensa alla creazione di una vetrina, si deve avere identificato con attenzione quali sono i prodotti chiave che si vuole maggiormente valorizzare. Non ha senso, dare a tutti i prodotti la stessa importanza. Inoltre, è bene scegliere prodotti dalle dimensioni generose e che comunque non devono perdersi nell’arredo della vetrina.

Mettere prodotti troppo piccoli, che non si notano con facilità, non è affatto una buona idea. Una vetrina deve contenere dei prodotti che devono attirare l’attenzione delle persone, non lasciarli indifferenti mentre vi passano davanti.

3. Considerare il proprio ambiente

Oltre a pensare al target dei propri clienti, è bene assicurarsi anche di considerare la loro mentalità, le loro azioni e il loro comportamento quando si trovano nel loro tempo libero.

Il vostro negozio si trova in un centro commerciale dove le persone possono passeggiare tranquillamente o vi trovate in una via dall’ambiente frenetico? Le persone sono da sole o con dei bambini? Le persone sono a piedi o passano con una vettura davanti alle vostre vetrine?

È sempre bene pensare a quanto tempo le persone hanno a disposizione per accorgersi dei prodotti che avete esposto nella vetrina. Quindi, è bene progettare la vetrina in base all’ambiente in cui si trova il vostro negozio. Fattore importante per comprendere meglio quali sono i metodi più idonei per riuscire ad attirare il loro interesse.

4. Usa la tua vetrina per raccontare una storia

Le storie, sia che vengano lette, ascoltate o, in questo caso viste, sono molto più efficaci nel catturare e mantenere l’attenzione delle persone. In altre parole, le storie rimangono impresse nella mente delle persone. Questo vale per i discorsi, per gli oggetti, e sì, anche per le vetrine dei negozi.

Le vostre vetrine dovrebbero andare oltre l’esposizione semplice dei prodotti. Devono raccontare una storia che susciti l’interesse degli acquirenti e incoraggiarli quindi a entrare. Selezionare un tema o un concetto è molto importante, per poi incentrarlo nella storia che si vuole raccontare.

5. State lontano dai cliché

Una volta che si è trovato un concetto per la propria storia, è bene essere molto attenti nel non cadere in trappola e utilizzare un cliché.

Ad esempio, quando si avvicina il periodo di Halloween, si può avere la tentazione di inserire zucche e demoni nella propria vetrina. Questa può essere un’azione superficiale e senza senso in alcuni contesti. In particolare se nel proprio negozio non ha un senso logico la cosa.

Si deve sempre considerare se un determinato “momento” o contesto è ideale da inserire nell’allestimento della propria vetrina oppure no. Non sempre, è una buona scelta correre dietro a ogni moda o festività.

6. Evitate il disordine

Mantenete pulito il vostro progetto ed evitate di includere troppi oggetti. Organizzare un progetto di una vetrina dovrebbe permettere di dare una sbirciatina a quello che si può offrire, non mostrare tutto quello che è presente nelle vostre proposte.

Mettere disordine nella vetrina, non può che dare un’idea di disordine anche del negozio. Se la merce è ben organizzata e con un ordinamento logico, le persone avranno fin da subito l’idea che nel negozio regnerà l’ordine e la pulizia in ogni angolo.

7. Investire in materiali di buona qualità

Le vetrine devono essere regolarmente modificate, quindi è bene investire in materiali di buona qualità per la loro realizzazione. I ripiani, le cornici e tutti gli oggetti che sono presenti in essa devono essere di buona qualità per impedire che non si rovinano in poco tempo.

Inoltre, è bene ricordarsi che è bene investire anche un congruo budget nei materiali di stoccaggio per le attrezzature e apparecchiature che andranno ad essere rimosse quando non esposte nella vetrina.

8. Essere sempre alla ricerca di ispirazione

L’ispirazione è ovunque, basta aprire gli occhi e avere un buon spirito di osservazione. Ogni qual volta si passeggia o si visita un qualche luogo si può essere colti da ispirazione. Un film, un fiore o una copertina di un giornale possono portare a una idea geniale che permette di creare una vetrina fuori dagli schemi e dal forte impatto visivo.

9. Cambia frequentemente la vetrina

Può sembrare una soluzione piuttosto onerosa continuare a cambiare una vetrina, ma l’efficacia che comporta questa operazione permette di promuovere nel migliore dei modi gli oggetti che si vuole vendere. Seguire la stagionalità, le festività e i maggiori momenti d’intrattenimento è senza ombra di dubbio un ottimo sistema per incentivare il proprio negozio.

È sempre bene condividere con i propri clienti quando si presenta una nuova vetrina o si prende la decisione di inserire promozioni o altri vantaggi per loro. Il tempismo nella realizzazione di una vetrina è molto importante, in particolare quando si deve realizzare la vetrina per una determinata festività.

10. Equilibrare l’estetica con l’analisi

Avere una vetrata di grande effetto, è fantastico. Però è bene bilanciare i fattori estetici con la strategia che si andrà a seguire per cercare di ottenere un maggior numero di clienti all’interno del proprio negozio.

Le vetrine devono essere pensate per ottenere l’attenzione dei passanti, ma oltre a questo deve portare ad incrementare il fatturato nell’immediato; così come i clienti che ritornano più volte nel proprio negozio.

Analizzare i dati dei propri clienti, è importante per comprendere quali sono i punti a favore e a sfavore della propria proposta. Non è sempre detto, che tutte le decisioni che si prendono siano le migliori per la propria attività. È anche bene comprendere quelle che non lo sono ed eliminarle dalla propria strategia.

Quando si andrà a realizzare una vetrina, sarà sempre opportuno prendere in considerazione questi 10 punti. Così da seguire una strategia efficace e allo stesso tempo iniziare ad avere un maggior rientro dalla vetrina che mostra alle persone i propri prodotti.